Bless Cosmetics Shop Torna al Negozio

Correttore: le 5 regole per applicarlo bene

Pubblicato il: aprile 27, 2019 at 2:50 pm

Se decidessimo di “spogliare” la nostra routine makeup ci renderemmo conto che pochi prodotti sono davvero considerati dei must-have, nel senso che non è possibile per la maggior parte delle persone rinunciarvi davvero e completamente.

Se siamo di fretta possiamo facilmente fare a meno del rossetto, del mascara, persino del fondotinta (che alcune preferiscono evitare di utilizzare, prediligendo invece CC e BB cream o tinte come il Perfect Skin Tint di Glossier), ma difficilmente si riuscirà a trovare qualcuno disposto a rinunciare completamente al correttore e alla possibilità di nascondere occhiaie, macchie o brufoli spuntati al momento meno opportuno.

Perché poche cose ci fanno sentire sicure di noi stesse come una pelle con meno imperfezioni possibili, un colorito omogeneo ed uno sguardo riposato capace di nascondere — e mascherare in maniera convincente — le ore passate al pc e quel caffè di troppo che ci tiene sveglie la mattina.

Ma come possiamo applicare al meglio il correttore, e quali sono i segreti per stenderlo al meglio?

 

COLOR CORRECTION

La maggior parte di noi utilizza un correttore unico e del colore della pelle per tutte le zone del viso, ma non è questo il modo migliore per ottenere un’applicazione perfetta. Esistono infatti svariati prodotti di colori diversi per traghettare diverse necessità della pelle (il verde per il rossore, il pesca corregge le occhiaie blu, il giallo è perfetto per la maggior parte di discromie). Nel caso delle occhiaie il correttore a base arancio è perfetto, ma evitate quelli a base bianca o rischierete di esaltare le occhiaie invece di nasconderle.
Un altro trucchetto per illuminare le occhiaie particolarmente profonde è quello di applicare il vostro correttore, picchiettandolo delicatamente con l’anulare, e poi passare un correttore illuminante per dar luce all’area desiderata.

 

TRIANGOLO

Come applicate il correttore? Se lo applicate unicamente sul contorno occhi in una sorta di “u” è il caso di ripensarci perchè il triangolo è la forma perfetta in cui applicare il correttore, sfumandolo leggermente verso l’esterno. Disegnate un triangolo la cui base parte immediatamente sotto l’occhio e con la punta rivolta verso la guancia: così facendo, si otterrà un effetto luminosissimo senza creare stacchi disomogenei e correggendo con un effetto naturale, senza concentrarsi solo sul contorno occhi. L’idea è quella di immaginare come la luce colpisce il viso, ed imitarne la forma.

 

SFUMARE

 

 

Per un risultato che appaia il più naturale possibile è importane utilizzare la giusta quantità di prodotto e sfumare verso l’esterno, con movimenti delicati per evitare che il pigmento aderisca alla spugnetta o al dito piuttosto che alla pelle.

Per applicare e sfumare il correttore sulle imperfezioni e sui brufoletti è consigliabile utilizzare un pennellino per non spargere i batteri, mentre per le occhiaie, le macchie e le cicatrici si possono tranquillamente utilizzare una spugnetta o i polpastrelli, tuttavia l’importanza dello sfumare rimane: infatti, utilizzare troppo prodotto ed accumularlo può portare ad un effetto cakey e poco naturale, oltre a far depositare il correttore in eccesso nelle pieghe della pelle, mettendole in risalto.

Meglio sfumare bene e utilizzare solo il prodotto necessario.

 

FISSARLO CON LA CIPRIA

A meno che non utilizziate un fondotinta in polvere compatta, lo step finale dovrebbe essere sempre quello di fissare il prodotto con un velo di cipria trasparente (o leggermente pigmentata se avete scelto un correttore troppo chiaro rispetto al vostro tono di carnagione e non intendete utilizzarlo come illuminante, oppure l’effetto risulta davvero innaturale) così da fissare i pigmenti ed aumentare la durata del makeup.

Applicate un velo finissimo di cipria anche se utilizzate il fondotinta sopra il correttore, così il prodotto non rischierà di spostarsi con l’applicazione del fondotinta.

 

 

NON SOLO OCCHIAIE ED IMPERFEZIONI

 

Il correttore può essere utilizzato per moltissimi “trucchetti” che renderanno il vostro make-up privo di difetti. Può essere applicato in tonalità più chiara (generalmente due toni più chiari rispetto alla vostra carnagione) come illuminante sulle parti alte del viso, mentre un correttore troppo scuro, magari un acquisto sbagliato, può essere “riciclato” per scolpire le zone più scure nel contouring.
Utilizzando un pennellino oppure le versioni con penna già integrata, il correttore può servire a “pareggiare” una linea di eye-liner disomogenea e a definire o illuminare l’arco sopracciliare, oppure può essere utilizzato sull’arco di cupido per illuminare le labbra e far apparire il rossetto più definito ed esaltarne il colore, eliminando ed uniformando il naturale rossore attorno al naso.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *